.
Annunci online

VogliocheilPdsiailpartitodelfuturo
 
 

POLITICA
12 maggio 2013
Vademecum per la sinistra che verrà
Mi sono convinto che anche quando tutto è o pare perduto, bisogna rimettersi tranquillamente all'opera, ricominciando dall'inizio

Antonio Gramsci, dalla lettera al fratello Carlo del 12 settembre 1927


Ecco la domanda da cui ripartire  : QUESTO PD  può essere rivitalizzato tracciando una nuova strada oppure QUESTO PD non ha più nulla da dire e da dare al Paese ed è meglio abbandonarlo per costruire una nuova casa ?

Per risolvere il dilemma dobbiamo tentare di chiarire a noi stessi chi siamo, cosa vogliamo e quali strumenti abbiamo per tracciare una nuova strada o eventualmente per costruire una nuova casa

Il Vademecum che qui si propone è un work in progress sotto forma di dizionario , un laboratorio di idee in continua evoluzione che nelle intenzioni vorrebbe trovare gli strumenti per liberare il terreno dalle macerie di una storia politica che si è dimostrata fallimentare per decidere poi se tracciare una nuova strada per il PD oppure costruire una casa nuova per i democratici, quelli veri.

Cambiamento

Costituzione

Crisi

Declino

Democrazia

Futuro

Felicità

Giustizia

Identità

Morale

Passione

Progetto

Responsabilità

Riformismo

Solidarietà

Trasparenza


POLITICA
11 maggio 2013
L'unica via d'uscita

Alle Politiche del 2008 il PD di Veltroni ha preso 12.095.306 voti
Alle Politiche del 2013 il PD di Bersani ha preso   8 644 523 voti

Questo è il dato sui cui bisognerebbe cominciare a riflettere per trovare una via d' uscita ad una crisi che in verità non sembra avere sbocchi positivi.

Il PD non è "una storia di successo" come vorrebbe far credere Bersani, col senno di poi bisogna ammettere che è la storia di un flop, di un progetto anomalo nato nel contesto del bipolarismo anomalo stravolto e travolto dalla presenza anomala di Berlusconi, un progetto che si è schiantato alla prima verifica politica veramente importante (cioè quando si è trattato di formare un Governo a trazione PD e di pilotare l'elezione del nuovo PdR) perché nel corso degli anni il progetto non ha assunto un'identità definita ma è rimasto allo stato larvale.

Per tutta una serie di circostanze e di errori che sarebbe impossibile enumerare ed analizzare in questo
contesto, QUESTO  PD è stato bocciato dalla storia, questo è un fatto e non lo si può negare.

Adesso si tratta di capire se all'interno di QUESTO PD sono presenti delle forze in grado di metabolizzare gli errori, superare i limiti imposti da un progetto politico anomalo e tracciare una nuova strada per un nuovo progetto politico oppure se QUESTO PD non ha più nulla da dire e da dare al Paese.

Certo è che se si vuole rifondare il PD su basi nuove nella speranza di poter recuperare i milioni di voti che in questi anni sono andati perduti il punto di ripartenza non può che essere la "questione morale"., non vedo altre vie d'uscita.

sfoglia
aprile       
Ultime cose
Link
Cerca
Feed
Feed RSS di questo blog Rss 2.0
Feed ATOM di questo blog Atom
Feed
blog letto 1 volte